Progetti

Il Progetto Accoglienza

“I TRE PICCOLI GUFI ARRIVANO A SCUOLA”

Un percorso educativo-didattico sull’affettività, sulle emozioni e le relazioni per favorire nel bambino i processi di inserimento nel gruppo e l’intreccio di relazioni positive, con i coetanei, all’interno della scuola. Tale progetto è stato pensato in modo particolare per la ripartenza della scuola a settembre 2020 successivamente alla chiusura prolungata dal mese di febbraio 2020 a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Gli obiettivi che verranno definiti sono stati declinati sia per favorire un inserimento sereno dei bambini piccoli che fanno il loro primo ingresso a scuola sia per mezzani e grandi che rientrano dopo aver interrotto bruscamente il loro percorso scolastico.

  • Il Progetto Accoglienza, coinvolge i bambini di 3/4/5 anni di tutte le sezioni perchè è importante «accogliere» continuamente tutti i bambini.
  • La scuola che ha la cultura dell’accoglienza, è una scuola dove si sta bene; dove si creano legami di fiducia, gioia, amicizia; dove si accoglie il bambino dal punto di vista emotivo-affettivo e poi educativo-didattico; è una scuola che parte dal bambino, dal suo bisogno di sentirsi accolto, di stare bene; è una scuola che prende sul serio il vissuto e l’esperienza che il bambino possiede.
  • Questo progetto si inserisce in quello pianificato come progetto annuale dei mestieri del paese di Bariano.

In questo progetto i bambini saranno accompagnati dal libro “I tre piccoli gufi” di Martin Waddel considerato un classico della letteratura per l’infanzia. Il libro affronta la tematica della paura dell’abbandono che spesso getta i bambini nell’angoscia, c’è un parallelismo tra questi gufi e i bambini che si trovano per la prima volta (ma non solo) ad affrontare il distacco dalla dimensione familiare. I gufi hanno ciascuno una propria personalità ed una reazione diversa alla “paura dell’abbandono”. Sara è la più grande e riflessiva, Bruno vuole apparire più coraggioso rispetto a ciò che prova realmente dentro di sé, Tobia è il più piccolo e bisognoso di rassicurazioni; queste possono essere reazioni tipiche di ogni bambino di età da scuola dell’infanzia. Durante l’assenza della mamma imparano a sostenersi a vicenda, escogitano piccole strategie per vincere i timori e restare uniti, formulano delle ipotesi sui motivi che potrebbero aver spinto la mamma ad allontanarsi. I loro dialoghi si pongono a diversi livelli, a seconda del grado di maturità del gufetto (bambino): il più piccolo riesce solo a manifestare i propri sentimenti, mentre la più grande è già in grado di immaginare cosa possa essere accaduto. Pertanto, questi pensieri, nella loro semplicità, racchiudono un messaggio profondamente educativo, nel quale i bambini potranno riconoscersi (affrontando ed elaborando, a loro volta, le proprie paure). Per i bambini di 3 anni il libro verrà utilizzato per favorire l’ambientamento, mentre per i bambini di 4 e 5 anni sarà uno strumento per rielaborare le emozioni legate ai mesi di chiusura forzata della scuola.

FINALITA’

  • Favorire l’integrazione socio-affettiva-culturale, del bambino, in un clima di permanente accoglienza.
  • Stare bene, a scuola, con gli altri.
  • Prevenire il disagio scolastico.
  • Conoscere, interiorizzare e rispettare le regole del vivere insieme.
  • Educare all’ascolto.
  • Educare a riconoscere alcune emozioni.
  • Accogliere l’altro e le sue emozioni.
  • Aiutare l’altro.
  • Riconoscere e nominare le proprie paure.

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Acquisire autonomia (fisica e psicologica); fiducia in sé e nelle proprie capacità.
  • Favorire un positivo approccio con l’ambiente scolastico
  • Esprimere bisogni, emozioni, esperienze.
  • Interiorizzare la nuova organizzazione scolastica e le nuove norme di vita sociale introdotte in seguito alle disposizioni ministeriali.
  • Sapersi relazionare in modo positivo con coetanei ed adulti.
  • Adottare comportamenti di collaborazione e di aiuto reciproco.
  • Ascoltare, comprendere messaggi, dialogare con gli adulti e con i coetanei.
  • Giocare insieme con adulti e bambini.
  • Condividere spazi, materiali, giochi…
  • Riconoscere l’importanza delle regole per la convivenza.
  • Rispettare le regole concordate dal gruppo.

TEMPI
Settembre/ ottobre 2020

EVENTO
il postino consegna un cofanetto contenente il libro

ATTIVITA’

  • lettura del libro “I tre piccoli gufi”;
  • nomina dei tutors;
  • realizzazione della medaglia per ogni bambino;
  • memorizzazione foto e nome per posto corredo personale;
  • brainstorming di come ci si comporta a scuola;
  • drammatizzazione regole per “stare bene a scuola”;
  • rielaborazione del vissuto emotivo personale legato al periodo trascorso a casa attraverso l’utilizzo della scatola dei ricordi;
  • condivisione delle nuove prassi igieniche e di convivenza da rispettare a scuola;
  • realizzazione di un cartellone con le routine della giornata;
  • preparazione cartellone per appello in sezione;
  • condivisione delle routine della giornata;
  • ascoltare e memorizzare canti e filastrocche;
  • esplorazione ed identificazione degli spazi dell’ambiente scolastico;
  • giochi di conoscenza, giochi corporei e musicali;
  • attività manipolative e grafico pittoriche.