Progetti

Il Progetto Accoglienza

OBIETTIVO

Perché “il Progetto accoglienza”?:
Per aiutare il bambino a: affrontare serenamente il distacco dalla famiglia; favorire la stabilità e la positività delle relazioni.
Distacco dalla famiglia : l’insegnante deve favorire il distacco dalla figura primaria di attaccamento, sostenendo la costruzione di nuove relazioni significative.
L’insegnante agisce su due fronti:
-la famiglia;
-il bambino.
Positività delle relazioni: il bambino, con l’inserimento, entra in un nuovo ambiente, l’accettazione degli adulti e dei coetanei rappresenta per lui una situazione complessa da affrontare. L’insegnante si fa mediatore nelle relazioni con i compagni; si presenta come figura stabile; predispone un ambiente rassicurante e motivante.

DURATA
2 settimane

MODALITA’
I bambini trascorrono a scuola alcuni momenti con i genitori per accostarsi gradualmente alla nuova esperienza. Successivamente, attraverso un graduale distacco, rimangono in sezione senza genitori. Ad accogliere i “nuovi compagni” ci saranno anche i bambini della sezione che hanno già frequentato nell’anno precedente.

TEMPI
Da settembre a febbraio

Il Progetto Lettura

OBIETTIVO

La fiaba rappresenta un elemento essenziale per lo sviluppo affettivo ed emotivo  del bambino.
La narrazione di racconti da parte di una figura adulta permette di sviluppare molti aspetti cognitivi legati sia alla fantasia che alla razionalità; favorisce lo sviluppo del linguaggio, aumenta la capacità di ascolto del bambino e gli permette a volte di superare piccole paure.
Parliamo di continuità quando pensiamo a tutte le iniziative che concorrono a costruire un legame di collaborazione e corresponsabilità tra i vari ordini di scuola.

TEMPI
Percorso di 3 uscite dal mese di gennaio a giugno, la mattina.

DESTINATARI
Ogni sezione

LUOGO
Biblioteca comunale

MODALITA’
I bambini saranno accompagnati dalle insegnanti alla biblioteca comunale dove ad attenderli ci sarà la bibliotecaria con una proposta di lettura, un momento di dialogo approfondendo la lettura ascoltata, un invito a recarsi in biblioteca con i genitori e un omaggio per tutti.

Il Progetto Continuità

OBIETTIVO

• Con la scuola primaria del territorio
• Con l’asilo nido e sezione primavera “Luogo Pio Grattaroli”
• Con lo spazio-gioco comunale
Parliamo di continuità quando pensiamo a tutte le iniziative che concorrono a costruire un legame di collaborazione e corresponsabilità tra i vari ordini di scuola.
Ogni azione di continuità progettata e poi realizzata e finalizzata a :
– favorire la reciproca conoscenza delle realtà scolastiche e delle modalità educative specifiche di ognuna;
– facilitare il passaggio dei bambini nella nuova scuola;
– rispondere alla curiosità, controllare le ansie;
– rassicurare i genitori circa la collaborazione e il raccordo tra le due strutture.

TEMPI
Progetto con l’asilo nido e la sezione primavera: mesi da gennaio a giugno.
Progetto con la Scuola Primaria : mesi di maggio-giugno.
Progetto con lo spazio-gioco comunale: mese di giugno.

DESTINATARI
Progetto con l’asilo nido e la sezione primavera e lo spazio-gioco comunale: alunni iscritti che saranno accolti l’anno scolastico successivo;
Progetto con le Scuole Primarie: bambini che nell’anno scolastico successivo inizieranno la scuola primaria.

LUOGO
Spazi della Scuola Primaria