L’orto delle emozioni

Quando i bambini vivono uno stato d’animo, spesso non hanno le parole per poterlo raccontare.
L’obiettivo di questo progetto è proprio quello di fornire ai bambini un alfabeto emotivo, ovvero rendere i bambini capaci di esprimere emozioni, sentimenti, stati d’animo e passioni nel modo più appropriato possibile.
Giochi di gruppo, giochi motori e libri saranno il filo conduttore del progetto ma non solo.
Ogni percorso sull’emozione, vedrà alla fine la semina di una piantina che rappresenterà l’emozione che i bambini hanno imparato a riconoscere, analizzare e comprendere.

Rossella d’Agostino

Ottobre – Giugno

Tigrotti – Gufetti – Delfini

Atelier, Cortile, Giardino, Salone, Spazio Motorio, Sezione

Libri
Stoffe
Musica
Elementi naturali
Materiali di recupero
Computer, stereo e macchina fotografica
Cartoncini, fogli, tempere, pennelli, colla, pennarelli, pastelli
Materiale psicomotorio

  • Consapevolezza dei propri stati emotivi
  • Capacità di riconoscere le emozioni altrui
  • Capacità di utilizzare il lessico emotivo in modo appropriato al contesto sociale
  • Capacità di coinvolgimento empatico nelle esperienze emotive altrui
  • Comprensione della differenziazione tra stato emotivo interno e la sua espressione esterna
  • Capacità di autoregolazione emotiva
  • Consapevolezza del ruolo svolto dalle emozioni all’interno delle relazioni
  • Lettura libri
  • Giochi motori
  • Giochi di gruppo
  • Ballo e canto
  • Giochi di mimo
  • Inventastorie
  • Tombola delle emozioni
  • Disegno e rielaborazione
  • Attività grafico pittoriche e creative
  • Semina piantine
  • Documentazione fotografica
  • Esposizione degli elaborati personali
  • Osservazione in itinere del coinvolgimento e dell’interesse dei bambini
  • Documentazione delle esperienze
  • Verifica finale del raggiungimento degli obiettivi prefissati
  • L’orto delle emozioni di Franco Angeli
  • Psicologia delle prima infanzia di Angelica Arace
  • La socializzazione emotiva nei contesti educativi per l’infanzia di Alessia Agliati, Ilaria Grazzani e Veronica Ornaghi
  • Le emozioni di Dario Ianes