A suon di musica

Fare musica a scuola significa educare all’ascolto musicale e più in generale al mondo sonoro che ci circonda, porre il bambino in relazione con il suo corpo, con i suoi gesti, con i rumori, i suoni e le voci in cui è immerso sin dalla nascita. Significa invitarlo alla scoperta e all’esplorazione in modo giocoso e appassionante. In questo laboratorio cercheremo di affrontare il concetto di suono, ritmo, silenzio, rumore. La musica diventa movimento, attraverso il gioco sonoro d’imitazione e spontaneo. Il gioco sonoro invita alla vitalità e all’espressione di sé, al tempo stesso favorisce l’interazione con i compagni e le figure adulte di riferimento, potenziando la socializzazione. Si vuole quindi offrire ai bambini un laboratorio educativo musicale dove possono esprimersi con piacere attraverso il canto, il movimento, l’ascolto e il suonare.

Mariagrazia Grisa

Ottobre – Dicembre 2020

I bambini di 4/5 anni della sezione

Aula, sala polivalente, salone, atelier

Strumenti musicali, strumenti costruiti dai bambini, materiale psicomotorio, stereo, computer, pianola

  • Accrescere la capacità di attenzione e di ascolto.
  • Prendere consapevolezza dell’associazione movimento del corpo/suono quiete/silenzio.
  • Sviluppare la capacità di partecipare al gioco e alla produzione sonora di gruppo rispettandone le dinamiche.
  • Prendere consapevolezza del proprio gesto sonoro (voce, strumenti, movimento).
  • Sviluppare in modo creativo la propria vocalità.
  • Sviluppare la motricità fine e le capacità grosso motorie.
  • Sapersi orientare nell’associazione  suono/rappresentazione grafica.
  • Sviluppare interesse per l’ascolto della musica.
  • Sviluppare il senso del ritmo e della musicalità.      
  • Collegare testi narrativi e musica.
  • Condividere con i compagni l’esperienza di cantare, suonare, danzare…
  • Scoprire le possibilità sonore del proprio corpo.
  • Ascoltare se stessi e gli altri.
  • Sviluppare la capacità di espressione attraverso il linguaggio musicale.
  • Scoprire, manipolare e inventare semplici strumenti musicali.
  • Scoprire negli oggetti naturali uno strumento con capacità sonore e musicali.
  • Esprimere con mimica e gesto motorio eventi musicali.
  • Esecuzione e rielaborazione con i movimenti di semplici danze, in sincronia con i cambi di velocità.
  • Ascolto e canto di melodie costruite su differenti scale.
  • Esecuzione di semplici brani musicali per voce e strumentario ritmico.
  • Accompagnamento con gli strumenti  di brani di musica preregistrati.
  • Invenzione, drammatizzazione, sonorizzazione di  testi, poesie, racconti, ninne nanne.
  • Gioco di gruppo, divertimento,  dandosi regole per giocare con la musica.
  • Storie da leggere e animate con brani musicali.
  • Ascolto dei ritmi del cuore e della vita e del ritmo della natura ( dei fiori, del giorno e della notte).
  • Costruzione di strumenti musicali
  • Costruzione del giardino della musica.
  • Costruzione di strumenti musicali e del giardino della musica nello spazio esterno.Grafici sul ritmo.
  • Foto del laboratorio.
  • Rielaborazione grafica dell’attività svolta.
  • Diploma del piccolo musicista.

Si effettuerà una verifica finale ma  costantemente si monitorerà l’autovalutazione del progetto stesso e la verifica in itinere, mediante l’osservazione sistematica del bambino, il grado di coinvolgimento e di partecipazione raggiunto.

  • Il ritmo nella scuola di base(Gaetano Cucchia)
  • Musica e movimento (Maurizio Spaccazocchi)
  • Musichiamo ( Fulvia Rizonico-Marcella Oddi)
  • Siti internet