Happy giardino

Il progetto giardino vuole proporsi come un’attività nella quale i bambini vengono stimolati ad utilizzare i propri sensi per mettersi in “contatto con la natura” e sviluppare abilità diverse, quali l’esplorazione, l’osservazione e la manipolazione.

L’attività manuale all’aperto, come la realizzazione di alcune aiuole, la coltivazione di piante aromatiche e di fiori, dà la possibilità al bambino di sperimentare in prima persona gesti, operazioni e osservare che cosa succede attraverso l’esperienza diretta, acquisendo le basi del metodo scientifico.

Mariagrazia Grisa

Gruppo 1: Ottobre/Dicembre
Gruppo 2: Aprile/Giugno

Bambini/e 4/5 anni

Sappiamo che c’è una simpatia istintiva dei bambini verso la natura; infatti basta osservare i loro disegni per vedere quanto siano popolati di fiori, alberi, soli e cieli splendenti. Questo amore istintivo, che il bambino nutre per la natura stessa, funge da guida per proporre un percorso didattico culturale e sensoriale sulla conoscenza dei prodotti della terra (fiori spontanei e non).
Il giardino della Scuola dell’Infanzia diverrà un vero spazio educativo, “un’aula decentrata” dalla quale trarre l’imput per osservare e sperimentare, nel quale il bambino agisce, osserva, lavora e sperimenta concretamente.

  • Attrezzi da giardino: zappa, vanga, rastrello, setaccio, badile, cesoie, paletta, innaffiatoi, guanti, stivali per la pioggia.
  • Terriccio, sementi, bulbi
  • Concime pellettato
  • Nomenclature
  • Cassetti della botanica (materiale montessoriano)
  • Macchina fotografica
  • Pinzette
  • Lente d’ingrandimento
  • Vasi e contenitori di vari formati
  • Manipolare ed utilizzare materiali naturali (acqua, terra, sabbia, semi, bulbi);
  • Seminare;
  • Eseguire alcune fasi della coltivazione (preparare il terreno, semina);
  • Imparare ad amare e rispettare l’ambiente naturale;
  • Imparare ad aspettare il risultato dei prodotti seminati.
  • Confrontare diverse varietà di vegetali;
  • Cogliere uguaglianze e differenze tra semi, piante ed altri elementi utilizzati;
  • Misurare, quantificare, ordinare in serie;
  • Formulare ipotesi su fenomeni osservati;
  • Confrontare risultati con ipotesi fatte;
  • Conoscere alcune parti del fiore, pianta e foglia;
  • Esprimere esperienze, storie e racconti attraverso diverse forme di rappresentazione: disegno, drammatizzazione;
  • Sperimentare ed osservare i fenomeni di trasformazione degli elementi naturali (seme, pianta/ fiore, utilizzo);
  • Coinvolgere il territorio.

I bambini avranno a disposizione delle aiuole per poter coltivare una piccola pianta/fiore che verrà lavorato, seminato e curato in tutte le sue fasi di crescita.
Semineranno in cassette o vasi le piante più delicate e le trapianteranno quando saranno abbastanza forti; si semineranno in vasetti alcune piante aromatiche che i bambini continueranno a coltivare durante l’anno.
Le aiuole diventeranno ornamento ed angolo interattivo esterno per i bambini.